La prima concessionaria di SferANACI nella sede di ANACI Milano

di Luigi Donzelli Tesoriere ANACI Milano

La sede Anaci Milano come ha affrontato la riforma del Condominio?

Anaci Milano desidera supportare ed informare i propri associati per applicare in modo corretto la Riforma del Condominio consapevoli che può essere una grande opportunità di crescita e di riorganizzazione dei propri studi. Se non si attiene a quanto indicato nella nuova legge 220/2012, l’amministratore condominiale si espone sia al rischio di essere revocato sia al rischio di azioni di responsabilità da parte dei condomini. Con la giusta formazione e dei validi strumenti di lavoro l’amministratore non solo può rispettare gli obblighi ma può ridurre i tempi dei cicli di lavoro, aumentare la redditività ed l’efficienza organizzativa di studio. Anaci Milano che ha investito da sempre nella formazione ritiene che sia il momento di affinare e condividere anche gli strumenti di lavoro.

Cos’ha fatto ANACI Milano per affinare gli strumenti?

Anaci Milano ha formato una Commissione per analizzare i principali software sul mercato. Sono state incontrate diverse software house per assistere alla presentazione del prodotto e per ” testare con mano” se avessero una i requisiti per diventare il fornitore di riferimento di Anaci Milano

A quali conclusioni è giunta la commissione?

La commissione ritiene che il software più idoneo per supportare l’amministratore sia SferANACI perché: – –È’ un prodotto web: consente, quindi, all’Amministratore di lavorare in qualsiasi posto con la sicurezza e la serenità che i dati vengano gestiti da personale esperto;

– È in partita doppia ma gli operatori meno esperti non se ne accorgono: un programma non in partita doppia infatti prima o poi evidenzia criticità. Pochissimi programmi sul mercato sono in partita doppia, tuttavia nello stesso tempo bisogna garantire facilità d’uso;

– Gestisce il sistema qualità e la norma uni 10801 accompagnando l’amministratore in tutte le fasi di lavoro: l’amministratore che desidera lavorare in qualità deve trovare un software all’altezza, che gli semplifichi il lavoro.

– Ma a queste caratteristiche distintive quello che fa di Sfera il programma con maggiori attitudine a cogliere le esigenze degli amministratori di condominio e con le maggiori potenzialità di adeguarsi alle varie articolate esigenze degli studi amministrativi è il fatto di essere il software di ANACI.

Quale vantaggio competitivo può dare al software ANACI?

Va ricordato che Il Presidente Ing. Francesco Burrelli ha sempre creduto in una piattaforma informatica unica a servizio degli associati e questo progetto ha riscosso un grandissimo successo al Congresso di Rimini e ANACI Milano crede fermamente in questa sua visione e vuole dare il suo contributo in modo fattivo. ANACI ha un know how che nessuna software house può avere perché il patrimonio di conoscenze che viene dai Centri Studi e da 8000 associati ha un enorme valore. A questo si aggiunge una certezza: ANACI Italia Servizi possiede il 50% delle quote della società per fare in modo che questo patrimonio rimanga a disposizione di tutti. Siamo consapevoli che tutti i progetti si integrano o si integreranno con la piattaforma e desideriamo che i nostri associati colgano tutte queste opportunità: ANACI in rete, ANACI CAF, Abitare Biotech… Il progetto lo condividiamo e vorremmo dare il nostro apporto.

Come pensate di supportare questo progetto?

ANACI Milano metterà a disposizione degli associati una persona dedicata all’assistenza e alla formazione, oltre ad un ufficio in sede e sarà li primo progetto pilota in tutta Italia per divulgare SferANACI. La preparazione della persona è già iniziata nel mese di ottobre 2014 e proseguirà sino a marzo 2015. Dal prossimo anno si inizieranno dei corsi monotematici dove le varie ed articolate operazioni contabili che costituiscono l’operatività dello studio amministrativo verranno analizzate con il supporto del programma Sfera. Oltre a questo parteciperò alla commissione sviluppo in modo tale che tutte le richieste che arriveranno dagli associati di Milano possano essere presentate alle commissioni presiedute dal Presidente Burrelli e dal Tesoriere Merello per dargli la giusta priorità sulla base di tutte le richieste che arriveranno a livello nazionale mantenendo una visione organica del programma.

In conclusione come vede il futuro di ANACI Milano e SferANACI?

SferANACI lo sentiamo il nostro programma, è il software di tutti gli associati e desideriamo dare tutto il ns. contributo per valorizzarlo ulteriormente. Se anche le altre provinciali dopo la nostra esperienza seguiranno questo modello sono convinto che il progetto di un’unica piattaforma informatica diventerà una realtà molto concreta ed il valore sarà inestimabile.

»n. 188 – Ottobre 2014

Altri articoli

SferANACI